VENEZIA CITTA' ANTICA, PALAZZO DONA' BALBI

VENEZIA CITTA' ANTICA, PALAZZO DONA' BALBI

Descrizione

**●Collocazione** L'edificio, situato nel centro storico di Venezia nel sestiere di Santa Croce, è in zona favorevole per la sua vicinanza alla Stazione ferroviaria, al "terminal" automobilistico di Piazzale Roma e alla fermata del vaporetto “Riva de Biasio”. **●Dimensioni** Superficie interna commerciale: 3096 mq Spazi scoperti: 926 mq **●Illustrazione** L’immobile, è costituito da tre nuclei che si differenziano per altezze e dimensioni, intercomunicanti tra loro e ciascuno con accesso autonomo; due di essi, allineati lungo Riva di Biasio, sono prospicienti il Canal Grande mentre il terzo si sviluppa come appendice retrostante del corpo principale ed ha affiancati due giardini/scoperti di proprietà esclusiva di notevoli dimensioni. Il nucleo centrale del complesso immobiliare, che è stato accorpato attorno al XVIII secolo, è la parte dominante per proporzioni, pregi architettonici e (al primo piano nobile) per gli affreschi e le decorazioni dei pavimenti alla veneziana. All'interno del palazzo sono stati rinvenuti degli oggetti di interesse storico quali: un caminetto in marmo bianco finemente lavorato, alcuni affreschi del XVIII. secolo, una statua in marmo raffigurante una donna e molte altri beni di diverso pregio. **●Vincoli** Dichiarato dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, Commissione regionale per il Patrimonio culturale del Veneto (MiBac), immobile di interesse culturale di cui all'art. 12 del d.lgs. 42/2004, comma 1. **●Status occupazionale** E’ attualmente libero in quanto è quasi stato completato il trasloco della Sede ufficio scolastico regionale per il Veneto presso altro edificio. **●Status ambientale** Area non contaminata. **●Stima dell'Istituzione venditrice** € 12.500.000,00 **●Destinazione d'uso secondo Piani vigenti** *- Unità Edilizia fa (corpo fronte Canal Grande Versante est)* (1) A tutti i piani: abitazioni; abitazioni collettive; uffici direzionali; uffici privati; studi professionali; musei; sedi espositive; biblioteche; archivi; attrezzature associative; attrezzature ricreative; attrezzature culturali. (2) Al piano terra, a condizione che i piani superiori siano serviti da autonomi collegamenti verticali: artigianato; esercizi commerciali al minuto; pubblici esercizi. (3) A tutti i piani, a condizione che almeno uno di questi abbia superficie utile abitabile superiore a 200 mq, ed a condizione che le eventuali abitazioni presenti nella medesima unità edilizia abbiano accesso separato: strutture ricettive alberghiere; strutture ricettive extralberghiere adibite ad uso ricettivo esclusivo ; uffici aperti al pubblico; attrezzature per l’istruzione. (4) Sono ammessi, anche in presenza di superfici utili abitabili inferiori a mq. 200, ampliamenti di attività ricettive alberghiere esistenti alla data di adozione della presente variante purché rientrino all’interno della singola unità edilizia. *- Unità edilizia Bg (corpo fronte Canal Grande Versante ovest)* (1) A tutti i piani: abitazioni; uffici direzionali; uffici privati; musei; sedi espositive; biblioteche; archivi; attrezzature associative. (2) Al piano terra: artigianato; esercizi commerciali al minuto; pubblici esercizi. (3) A tutti i piani, a condizione che almeno uno di questi abbia superficie utile abitabile superiore a 200 mq, ed a condizione che le eventuali abitazioni presenti nella medesima unità edilizia abbiano accesso separato: strutture ricettive alberghiere; strutture ricettive extralberghiere adibite ad uso ricettivo esclusivo; uffici aperti al pubblico; attrezzature per l’istruzione; sale di ritrovo. (4) Sono ammessi, anche in presenza di superfici utili abitabili inferiori a mq. 200, ampliamenti di attività ricettive alberghiere esistenti alla data di adozione della presente variante purché rientrino all’interno della singola unità edilizia. *- Unità Edilizia Ne (corpo posteriore interno al giardino)* Tutte le utilizzazioni coerenti con l'assetto fisico risultante dalle trasformazioni consentite, fatte salve le indicazioni dello strumento urbanistico esecutivo in cui l'unità è collocata. *- Unità Edilizia A (corpo posteriore lato calle)* (1) A tutti i piani: abitazioni. (2) Al piano terra: artigianato; esercizi commerciali al minuto; pubblici esercizi; uffici privati anche se non strutturalmente connessi con le abitazioni ai piani superiori, qualora sia già legittimamente in atto la separazione funzionale tra il piano terra ed i piani superiori.

N.B.: La Deliberazione del Consiglio Comunale n. 25 del 15 giugno 2017 sottomette il cambio di destinazione d'uso, se ad uso alberghiero o complementare, a permesso di costruire in deroga.

INFO