Comune di Venezia, Eni Syndial e Agenzia di sviluppo Venezia firmano l’intesa per la riqualificazione e il rilancio di Porto Marghera

Comune di Venezia, Eni Syndial e Agenzia di sviluppo Venezia firmano l’intesa per la riqualificazione e il rilancio di Porto Marghera
Comune di Venezia, Eni Syndial e Agenzia di sviluppo Venezia firmano l’intesa per la riqualificazione e il rilancio di Porto Marghera
Comune di Venezia, Eni Syndial e Agenzia di sviluppo Venezia firmano l’intesa per la riqualificazione e il rilancio di Porto Marghera

Comune di Venezia, Eni Syndial e Agenzia di sviluppo Venezia firmano l’intesa per la riqualificazione e il rilancio di Porto Marghera

29/03/2019

È stato sottoscritto a Venezia un Protocollo di intesa tra il Comune di Venezia, Syndial (Eni) e Agenzia di Sviluppo Venezia che prevede la costituzione di un Tavolo di coordinamento congiunto per accelerare il processo di riqualificazione e recupero ambientale di Porto Marghera.

L’accordo, della durata biennale e prorogabile, è stato firmato da Luigi Brugnaro, sindaco di Venezia e della Città metropolitana, da Vincenzo Maria Larocca, amministratore delegato di Syndial, e da Beniamino Piro, presidente dell’Agenzia di Sviluppo Venezia e si pone l’obiettivo di accelerare il processo di riqualificazione, anche ambientale, di Porto Marghera, di sostenerne la riconversione industriale ed il rilancio economico promuovendo lo sviluppo di nuove imprese o l’espansione delle esistenti e di intraprendere iniziative di semplificazione dei procedimenti amministrativi, anche nell’ambito delle attività previste dall’Accordo di programma per l’attuazione del PRRI (Progetto di riconversione e riqualificazione industriale) per l’area di crisi industriale complessa di Porto Marghera firmato lo scorso 23 ottobre.

Syndial, società ambientale di Eni, metterà a disposizione i terreni, i fabbricati e gli impianti industriali non più operativi di cui è proprietaria e che sono stati oggetto di progetti ambientali di bonifica, oggi in parte conclusi e già provvisti di certificazione di avvenuta bonifica. Il Protocollo impegna la società di Eni a proseguire gli interventi di bonifica e ripristino ambientale delle aree affinché siano messe a disposizione di progetti compatibili con lo sviluppo di attività sostenibili dal punto di vista ambientale e coerenti con l’esigenza rilanciare l’occupazione.

Il Comune di Venezia, Syndial e l’Agenzia di Sviluppo Venezia, con la finalità di accelerare la riconversione industriale e lo sviluppo economico di Porto Marghera, metteranno in campo azioni per incentivare l'interesse da parte di operatori economici ad acquisire le aree per la realizzazione di insediamenti produttivi, anche mediante avviso pubblico, che darà priorità alle proposte che abbiano un maggior impatto sulle dinamiche socio-economiche e occupazionali, siano coerenti con lo scenario di sviluppo di Porto Marghera quale area industriale, siano maggiormente sostenibili dal punto di vista ambientale, abbiano un significativo grado di innovazione tecnologica e rispondano ai requisiti di ammissibilità alle agevolazioni previste dal Progetto di Riconversione e Riqualificazione Industriale di Venezia approvato con l’Accordo di Programma del 23 ottobre 2018.